domenica 13 settembre 2009

L'orto d'autunno

Dopo l'euforia estiva delle nostre piante orticole, con la fresca aria settembrina che spira ad annunciare l'autunno, nel campo è tempo di bilanci. Si raccolgono i frutti delle ultime coltivazioni tardive di peperoni, pomodori e di qualche cucurbitacea sopravvisuta alla siccità di agosto. Terminata la produzione, si estirpano le piante secche che tante soddisfazioni ci hanno regalato nei mesi passati per lasciare finalmente un po' di spazio libero nell'orto.
Ma settembre non è certo il momento di appendere la zappa al chiodo. Occorre risistemare le aiuole, dissodare il terreno in attesa delle prossime concimazioni e, soprattutto, allestire le superfici per i nuovi impianti.
Selezionando con cura le piante da coltivare, anche in autunno è infatti possibile godere delle soddisfazioni di ortaggi freschi coltivati nel nostro orto. Nomerose varietà di cavolfiori, verze, broccoli, insalate e cicorie sopportano bene le rigide temperature invernali. Seminati in semenzaio a luglio-agosto, a settembre sarà ancora possibile porne a dimora le piantine avendo cura di predisporre un terreno soffice, concimato e ben lavorato. Nelle zone a clima particolarmente rigido sarà utile predisporre piccole serre e protezioni dal gelo a partire da dicembre.
Chi avrà provveduto durante l'estate all'impianto in pieno campo degli ortaggi autunnali potrà poi raccogliere in abbondanza da settembre a dicembre carote, cavoli, cicorie, finocchi, porri e sedani. E' opportuno tuttavia ricordare che la semina estiva di questi ortaggi comporta, nelle prime settimane del ciclo colturale, copiose irrigazioni che non sempre sarà possibile eseguire nei nostri campi.
Alcuni ortaggi trovano invece proprio in settembre il momento ideale per la semina in pieno campo. E' il caso di spinaci e cime di rapa, che in poche settimane di coltivazione ci permetteranno di riempire i nostri cestini di una gran quantità di ortaggi freschi. Con l'abbondanza di piogge caratteristica dei mesi autunnali potremo gestire con gran parsimonia le irrigazioni. Che dire poi di ravanelli, insalate e cicorie da taglio, rucola e valeriana. Il ciclo estremamente breve di questi ortaggi ci permetterà di sbizzarrirci nella coltivazione delle più disparate varietà per tutto l'autunno.

2 commenti:

ML ha detto...

grazie per i preziosi consigli. ma se volessi avere dei porri in inverno, posso provare a seminarli adesso?

Anonimo ha detto...

Ma le carote si piantano in estate non in autunno